Blog

Latest Industry News

Ritiro auto in contanti Torino

Stai cercando chi si occupa del ritiro auto in contanti Torino? Noi oggi ti offriamo alcuni consigli, per aiutarti a non cadere nelle solite truffe. Oggi è diventato davvero TROPPO semplice vendere le proprie cose. Basta che metti un annuncio su internet e subito decine di persone potenzialmente interessate di contattano. Dietro queste richieste però può esserci la truffa o più semplicemente, il cattivo affare.

Quando scegli di vendere la tua auto di lusso a un privato, non sai mai chi hai di fronte. E’ vero, non conosci neanche l’azienda che ritira vetture in contanti però, quest’ultima non sparisce dall’oggi al domani. Ha un’attività commerciale e non ha interesse a imbrogliare il cliente.

Devi stare attento all’acquirente che risiede all’estero e che non è disposto a venire in Italia a ritirare la sua nuova vettura. Diffida anche di chi vuole pagarti grandi somme in contanti (cosa vietata dalla legge) o comunque con metodi non tracciati. Se vendi la tua automobile a un privato devi essere certo che venga fatto il passaggio di proprietà.

Un’azienda che si occupa del ritiro auto in contanti Torino invece, non ti da problemi di questo tipo. Ritira e valuta la tua automobile, la sistema completamente per il futuro cliente e ti paga in contanti oppure con bonifico bancario quando le somme sono superiori a 1000€.

Riesci così a saltare tanti passaggi, come ad esempio tutte le questioni burocratiche, interminabili incontri con gli acquirenti potenzialmente interessati etc. Inoltre il concessionario ti mette a disposizione già nuove auto da considerare per il tuo prossimo acquisto. Offrendoti un prezzo ancor migliore per quella che invece desideri vendere.

A questo proposito, se sei interessato all’acquisto di una nuova automobile, devi far attenzione anche agli incentivi. Potrebbero esserci finanziamenti o sconti ulteriori per te che vuoi vendere la tua vecchia auto. L’azienda di ritiro auto in contanti Torino sa offrirti garanzie che un privato non potrà mai darti.

 

 

Back to top